Accetto i cookies
home  >  servizi  >  formazione

Formazione

Nel corso del 2013 si è provveduto a formare il personale nel seguente modo. 
Tra ottobre e novembre 2 educatori sono stati formati complessivamente con 72 ore di corso riguardanti le tecniche sulla “Stimolazione basale” organizzato dall’università di Bolzano.
Il coordinatore del C.S.E. ha partecipato a maggio ad una settimana di formazione residenziale dal titolo “La progettazione e la valutazione in contesti educativi” organizzato dalla Compagnia delle Opere, Opere Sociali. E’ stata un’occasione sia per acquisire nuove conoscenze che per paragonarsi con altre esperienze a livello nazionale.
Il Direttore e il RSL nel corso del 2013 hanno partecipato ad una giornata di formazione e aggiornamento organizzata dall’APSS di Trento in materia di sicurezza sul lavoro.
Il Direttore ha partecipato Il 28 e il 29 giugno ha partecipato ad un tavolo nazionale sulla disabilità occasione importante per un confronto e un lavoro tra opere che si occupano di disabili a livello nazionale.
Infine 4 dipendenti hanno partecipato ai corsi organizzati dalla Federazione Impresa Sociale della Compagnia delle Opere, in particolare hanno preso parte alla “Scuola delle opere di carità” dal titolo “Crescere in libertà e personalità”.
Il primo incontro che si è svolto ”.il 4 dicembre 2013 aveva come titolo: “La tensione alla responsabilità detta la forma dell’opera”.
Infine si è cercato di condividere le decisioni prese dal C.d.A. e dall’Assemblea soci nel corso dell’anno con il personale attraverso la diffusione di informazioni sulle principali delibere prese da questi organi. In tal modo si è cercato di rendere partecipe il personale del cammino e degli obiettivi della Cooperativa.
Il lavoro di formazione è proseguito con tutti gli educatori, ogni 15 giorni, all’interno delle equipe plenarie, con a tema la metodologia adottata al Centro. Questa modalità è utile sia per formare i nuovi assunti sia come aggiornamento per tutti gli educatori. Risulta importante, infatti, assicurare una adeguata trasmissione delle competenze e conoscenze che la Cooperativa ha sviluppato in questi anni. Costruire un consolidato sistema di raccordo tra educatori e personale responsabile della Cooperativa, garantisce che il lavoro educativo non sia affidato alla buona volontà del singolo educatore, ma piuttosto sia il frutto della elaborazione e della corresponsabilità di più soggetti competenti. Da ciò può dipendere anche il livello qualitativo dei risultati del proprio lavoro.